Scopri SUCHO: Salvataggio del patrimonio culturale ucraino online

Poiché l'Ucraina è ancora in guerra, i partner di WE-Hope desiderano condividere sul blog di questa settimana un'iniziativa molto significativa: SUCHO - Saving Ukraine Cultural Heritage Online (SUCHO).




Come in ogni conflitto, la cultura e il patrimonio culturale sono un bersaglio. In Ucraina il quadro è a dir poco angosciante. Dallo scoppio del conflitto, nel febbraio 2022, diverse istituzioni culturali sono state distrutte dalle truppe russe (per esempio il Teatro regionale Donestk di Mariupol). Secondo la verifica dell'UNESCO fatta a maggio, 127 oggetti d’arte, tra cui 15 monumenti, 11 musei e 54 edifici religiosi, sono stati danneggiati o distrutti.


Con l'obiettivo di proteggere i siti a rischio, diversi istituzioni si sono riunite per creare l'iniziativa “SUCHO”. L'iniziativa è coordinata dalla Stanford University, dalla Tufts University e dall'Austrian Center for Digital Humanities and Cultural Heritage. È composta da più di 1300 professionisti del patrimonio culturale, ricercatori e programmatori. Poiché l’intero paese è attualmente sotto attacco, il suo obiettivo è identificare, classificare e archiviare siti, contenuti e dati presenti nelle organizzazioni del patrimonio culturale ucraine che rischiano di andare perduti. SUCHO utilizza diverse tecnologie per eseguire la scansione e l'archiviazione di siti e contenuti, tra cui Internet Archive’s Wayback Machine, e il Browsertrix crawler.

Finora SUCHO ha salvato più di 40 TB di documenti scansionati, opere d'arte e molti altri materiali digitali, presenti in oltre 4.500 siti Web di musei, biblioteche e archivi ucraini.